Bolle di sapone

È ora.
Libero le parole e volo via sul fiore più bello.
Un girasole dai mille petali variopinti tutti intorno al capolino fatto di bolle di sapone.
Profuma di vaniglia e libertà.
Il freddo ha irrigidito i rami spogli degli alberi e con essi è stato acceso un falò di trasformazione.
Ora che le parole sono vento leggero che muove le foglie e solletica i fili d’erba
mi nutro del nettare magico che sgorga dai petali e intanto le fiamme si muovono sinuose in una danza perpetua, come fanno le onde del mare.
Ritorno bambina e libera mi faccio cullare dal vento
giocando con i riflessi iridescenti delle bolle.
Il tempo del sogno è finito,
la luce ritorna piano
e con lei anche i nuovi colori e i nuovi fiori, cibo per api e fate.

Un sussurro e la gioia mi fa sorridere. 


Sito web creato con WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: